Archivio dei tag Associazioni

DiGiacomo Trapani

Parlami di te come presidente: intervista a Luca Travostino presidente Associazione per l’Aiuto al Giovane Diabetico Piemonte e Valle d’Aosta

 

AGD – Associazione per l’Aiuto al Giovane Diabetico è nata nel 1975 per volontà dei genitori di bambini colpiti da Diabete Mellito di tipo 1, in collaborazione con alcuni medici dell’Istituto di Clinica Pediatrica dell’Università di Torino.

È una Onlus che offre sostegno psicologico, formativo e burocratico a bambini e ragazzi diabeteci e alle loro famiglie.

AGD attualmente segue circa 600 bambini in cura presso il centro diabetologico del Regina Margherita di Torino.

L’Associazione è nata nel 1975 per volontà dei genitori dei bambini colpiti da Diabete Mellito di tipo 1 (insulino dipendente), in collaborazione con alcuni medici dell’Istituto di Clinica Pediatrica dell’Università di Torino. Le finalità e gli scopi dell’Associazione sono contenuti nello Statuto registrato a Torino il 29 ottobre 1975 e sono:
Aumentare con ogni mezzo la conoscenza del diabete giovanile. Seguire i problemi connessi all’esordio della malattia, che in molti casi si verifica nella primissima infanzia, assistendo le famiglie da vicino.

Istruire ed educare i giovani diabetici e le loro famiglie, attraverso pubblicazioni, conferenze e corsi di educazione sanitaria.

Sensibilizzare gli organi politici, amministrativi e sanitari ai problemi dei giovani diabetici e delle loro famiglie, alle innumerevoli difficoltà che, dettate dalla non conoscenza della malattia e delle vigenti disposizioni legislative, si presentano a scuola e nelle attività sportive.

Cercare di sopperire alle deficienze della struttura sanitaria.

Carissimo Luca parlaci di te come presidente……….

1) Da quanto tempo è presidente di questa associazione?

Sono presidente dell’Associazione per l’Aiuto al Giovane Diabetico Piemonte e Valle d’Aosta dal 2016. A marzo di quest’anno mi è stata rinnovata la fiducia a continuare il lavoro con il gruppo del direttivo composto da 15 genitori. L’associazione è composta principalmente da genitori di bambini e adolescenti affetti dal diabete di tipo 1. Svolgiamo l’attività in coordinamento con l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.

2) Attualmente quanti sono gli iscritti ?

Abbiamo poco più di 300 soci. Considerando che l’ospedale ha in cura circa 600 pazienti e che la malattia ha un grande impatto sociale, ritengo che il numero dei soci sia decisamente basso. Ci stiamo impegnando per farci conoscere di più sul territorio.

3) Lei è diabetica/o? Cosa l’ha spinta ad accettare la carica di presidente?

Sono il papà di un bambino con diabete che ha esordito nel 2012 all’età di 7 anni. Fin dai primi giorni dell’esordio ho sentito la necessità di cercare sostegno nelle altre famiglie che avevano già vissuto la stessa situazione di difficoltà.

Ho conosciuto l’associazione e dopo qualche mese ho deciso di impegnarmi in prima persona e di provare a restituire quello che avevo ricevuto. Sono quindi entrato in associazione, prima come volontario e poi nel direttivo. Condividendo i progetti e le linee guide dell’associazione, ho accettato il ruolo di presidente in un momento in cui era necessario dare un’alternanza d’incarico, ma in continuità al lavoro svolto fino ad allora.

4) Come riesce a coinvolgere i soci, con quali attività?

Il coinvolgimento delle famiglie è un obiettivo fondamentale della nostra associazione. Richiede molto impegno e non è sempre facile. Durante l’anno proponiamo numerosi eventi che hanno lo scopo di far incontrare le famiglie, i bambini e i ragazzi per condividere le proprie esperienze, informare e aggiornare sui temi importanti come la scuola, i diritti o sulle novità in campo scientifico e tecnologico.

Oltre ad essere occasioni importanti per unire le famiglie, ci danno l’opportunità di trovare nuovi volontari che desiderano entrare in associazione.

5) Quali sono gli aspetti in cui secondo lei deve prepararsi un presidente? Quali conoscenze sono essenziali?

È difficile dire quali siano le conoscenze essenziali. Sicuramente sono in continua evoluzione, richiedono un aggiornamento costante e dipendono dal periodo di gestione dell’associazione. In questi anni ho partecipato a riunioni e stesure di documenti per ricorsi al TAR e preparato richieste alla direzione sanitaria per i campi scuola. Gli aspetti sono quindi molteplici.

Come in ogni organizzazione anche nell’associazione è fondamentale costruire un gruppo composto da volontari con diverse competenze. Noi ci siamo organizzati per aree d’intervento come scuola, sanità, sport, ecc. e inserito persone che potevano dare il loro contributo con la loro preparazione nei vari ambiti.

In ogni caso, non c’è conoscenza più grande di quella di un genitore che vive giornalmente le difficoltà di un figlio con diabete. Per questo motivo ritengo fondamentale che la carica del presidente sia affidata a un genitore.

6) Collabora con altre associazioni del suo territorio? Fa parte del coordinamento o federazione della sua regione? Organizzate iniziative insieme?

Da qualche mese abbiamo iniziato a collaborare con le altre associazioni pediatriche presenti sul territorio piemontese; Jada che raccoglie l’area di Alessandria, Asti, Cuneo e AGD Novara per l’area Novara, Biella, Verbania-Cusio-Ossola.

Le nostre associazioni mantenendo la propria identità, necessaria per operare sul territorio di appartenenza, hanno iniziato a collaborare nell’organizzazione dei campi scuola, condividendo personale medico e risorse economiche e applicando in concreto il modello di rete endocrino-diabetologica regionale. Entro l’anno faremo quattro campi scuola per tutor, ragazzi in transizione alla diabetologia dell’adulto, pre-adolescenti e pre-scolari, coinvolgendo più di 120 persone tra bambini, ragazzi e genitori.

Inoltre facciamo parte del CAPeD, Coordinamento Associazioni Persone con Diabete del Piemonte e Valle d’Aosta di cui fa parte la FAND.

Siamo infine affiliati ad AGD Italia con cui collaboriamo per portare avanti progetti utili per tutto il territorio nazionale.

7) Che rapporto avete con i medici di famiglia ed i Diabetologi delle strutture pubbliche?

Con il team Diabetologico dell’ospedale abbiamo un ottimo rapporto di stretta collaborazione e condivisione delle attività. Questo è un valore essenziale nella cura della malattia, perché rappresenta per le famiglie la possibilità di costruire il bagaglio di conoscenze cliniche e per i medici di conoscere in concreto l’esperienza delle famiglie nella gestione quotidiana della malattia. L’Associazione insieme al Regina Margherita organizza corsi di base ai pediatri di famiglia.

Grazie Luca, buon lavoro ed un abbraccio a tutti i vostri bambini e volontari.

DiGiacomo Trapani

Selezione per diabetici per partecipare al Campo scuola internazionale IDF

 

Campo scuola internazionale per ragazzi Diabetici organizzato da IDF International Diabetes Federation.

Annuncio importante per i diabetici iscritti FAND in fascia d’età 18-30 anni che volessero iscriversi alla selezione per partecipare al “Youth Leadership Camp”, Campo scuola internazionale per ragazzi Diabetici organizzato da IDF International Diabetes Federation, organizzazione internazionale alla quale FAND aderisce, che si terrà dal 18 al 14 Luglio 2018 in una località Europea ancora da definire. Le spese di viaggio e alloggio saranno coperte da IDF Europe;
L’assicurazione per l’assistenza sanitaria sarà a carico di FAND Associazione Italiana Diabetici.

I candidati devono avere una buona padronanza della lingua inglese (comprensione e conversazione), poiché tutte le sessioni e le attività saranno condotte in inglese.
Le domande saranno esaminate attentamente da un comitato di selezione e 24 giovani adulti di età compresa tra i 18 e i 30 anni saranno invitati a partecipare allo YLC.

Le notifiche saranno inviate all’inizio di Maggio.

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 26 Aprile 2018.
I Candidati dovranno compilare la richiesta on-line all’indirizzo
https://www.surveymonkey.com/r/YouthLeadershipCamp2018

DiGiacomo Trapani

Convegno “Diabete: cibo a portata di mano” di AMADiab a Porto Empedocle

 

Sabato 14 Aprile 2018 ore 16.00 presso Torre Carlo V Porto Empedocle si terrà il convegno organizzato da ASSOCIAZIONE ONLUS «AMADIAB ASSOCIAZIONE DIABETICI AGRIGENTINI»

L’Associazione Amadiab, composta prevalentemente da genitori di bambini diabetici che opera nel territorio agrigentino, è lieta di presentare il convegno dal titolo “Diabete: cibo a portata di mano”.

Ospiti della Sala grande della suggestiva Torre Carlo V di Porto Empedocle, giorno 14 aprile 2018, desideriamo rivolgere i nostri ringraziamenti in primis al Sindaco del Comune che ci ha dato il patrocinio, la dott.ssa Ida Carmina e alla disponibilità dell’assessore La Porta. L’evento di oggi si inserisce in una campagna di sensibilizzazione alla collettività sulla tematica in oggetto vista la dilagante e prorompente diffusione della patologia cronica, specie fra i bambini.

I nostri ringraziamenti e apprezzamenti sinceri vanno al dott. Giuseppe Gramaglia, Primario del Reparto di Pediatria Asp Ag., nonostante la dedizione e passione nello svolgimento della sua professione a tutela della salute dei bambini.
Nello specifico, notevole il suo costante impegno nel mantenimento dello sportello ambulatoriale di diabetologia pediatrica presso il suo Reparto e nella istanza comune all’ottenimento della istituzione di un centro satellite di diabetologia pediatrica ad Agrigento. Un cordiale e sincero ringraziamento ai relatori del convegno la dott.ssa Piera Buscarino, la dott.ssa Claudia Albino, la dott.ssa Gabriella Sacchi e il dott. Giuseppe Carlino, per l’impegno profuso.

Il titolo del Convegno, dai toni volutamente provocatori, tende a sottolineare l’importanza del cibosanoegenuinocometerapiadisupportonellagestionecorrettadellapatologia, innetto contrasto col cibo spazzatura cui oggi siamo abituati, perché di più facile e mediatico consumo. Specie nei bambini non va sottovalutata la cura dell’approccio psicologico corretto al cibo sano: i minori vanno educati a convivere con una patologia che spesso diversifica nelle scelte alimentari tipiche dei coetanei; ma diversità non deve essere indice di limitazione o privazione ma di guida leader nella scelta di una alimentazione sana per tutti, poichè siamo quello che mangiamo…

Occorre che le famiglie in primis siano chiamate ad adempiere al ruolo di guida cardine nella gestione domiciliare della patologia in sinergia con l’assistenza sanitaria che deve essere continua ed integrata, stante la cronicità della malattia, partendo soprattutto dall’adozione di corrette abitudini alimentari. La famiglia è anche l’ambiente sano in cui il paziente minore deve sentirsi compreso, ma indirizzato ad una valida ed efficace autonomia di gestione della patologia in modo da prevenirne le complicanze.

Da non trascurare l’aspetto emotivo di accettazione iniziale della patologia, di mantenimento di un buon equilibrio nel compenso metabolico, di convivenza quotidiana con una realtà che seppur difficile, può portare, se vissuta bene, ad un potenziale umano di notevole pregno e valenza, poichè in grado di formare persone di forte spessore: affrontando paure, timori, sperimentando la sofferenza, infatti, emerge la grandezza della persona umana.

Ingrediente fondamentale, da non dimenticare, il sorriso: in modo che oltre le indispensabili penne i nostri ragazzi sappiano usare i colori nella loro vita.

Avv. Alessandra Priolo

DiGiacomo Trapani

Diabete la Federazione Diabete Sicilia incontra Papa Francesco

FDS PER INCONTRARE PAPA FRANCESCO PIÙ DI 120 ASSOCIATI IN UDIENZA GENERALE IN PIAZZA SAN PIETRO – ROMA

Roma, 11 aprile 2018 – Il sogno è diventato realtà: più di 120 persone: grandi e piccoli, sono arrivate, da tutte le provincie della Sicilia, per partecipare alla udienza Generale di suo Santità Papa Francesco.

Interi nuclei familiari aderenti alla grande Fds – Federazione Diabete Sicilia – da tempo avevano espresso il desiderio di incontrare Papa Francesco.

Un’intesa esperienza di fede, ma anche di condivisione e gioia fortemente voluta e partecipata.

La FDS una realtà che ha a cuore non solo la cura, delle persone con diabete, ma crea anche significative esperienze di forte socializzazione. «Una grande emozione – ha affermato, visibilmente colpito, il presidente della FDS, Giacomo Trapani – ci siamo radunati nello spazio riservato alla FDS – per ascoltare il messaggio di fede e di speranza dalla viva voce di Papa Francesco sulla catechesi del battesimo che rappresenta la “porta” della vita cristiana. “Il battesimo è il fondamento di tutta la vita cristiana. È il primo dei sacramenti, in quanto è la porta che permette a Cristo Signore di prendere dimora nella nostra persona e a noi di immergerci nel suo mistero”. Ha detto il Papa, che proprio nell’udienza dell’11 aprile ha inaugurato un nuovo ciclo di catechesi dedicato a questo sacramento.»

Michele Girone, componente del direttivo regionale della FDS, che ha svolto un ruolo fondamentale per la riuscita della trasferta romana, ha sottolineato con grande emozione – «tanta fatica profusa per la riuscita della partecipazione, alla vista del Papa e delle sue parole si è dissolta. Tra l’altro è stato anche un momento di condivisione e scambio di esperienze della propria condizione di persone con il diabete

La FDS ha come missione quella di tutelare i diritti delle persone che soffrono della patologia diabetica che necessita di essere gestita quotidianamente con impegno e responsabilità. Chi soffre di diabete deve mantenere alta l’attenzione a tantissimi piccoli segnali, durante la giornata, in particolare la variabilità della glicemia e il rapporto con il cibo rappresentano i momenti più delicati e nello stesso tempo complessi. Ma non bisogna avere paura è possibile andare in gita e vivere con serenità esperienze esaltanti, basta conoscerlo e imparare a gestirlo e curarlo in modo corretto.

DiGiacomo Trapani

Bologna per 4 giorni capitale del diabete infantile.

PEDIATRI ITALIANI E 47 ASSOCIAZIONI- AFFRONTANO LA PANDEMIA DEL SECOLO

A partire da Giovedì12 pv. fino a domenica 15, il Novotel Bologna Fiera, ospita un evento destinato a migliorare la qualità di vita dei bambini e ragazzi affetti da Diabete di tipo uno. Un evento suddiviso in due step, destinati principalmente ad alleviare le molteplici problematiche degli oltre 14mila bambini e ragazzi, affetti da questa patologia, ma anche e soprattutto ai loro familiari costretti ad una vita non facile per la sovente latitanza del SSN e/o SSR. Si parte Giovedì mattina con il “V THERAS DAY” – durante il quale i Pediatri Diabetologi Italiani della SIEDP, affronteranno tematiche quali: algoritmi terapeutici mediante l’utilizzo di Dexcom G5, con il quale attualmente è possibile prendere decisioni di trattamento senza l’obbligo di effettuare una misurazione mediante striscia glicemica; gestione ipoglicemia mediante Dexcom G5 nelle varie situazioni quotidiane in cui il bambino è a scuola, nel tempo libero, durante la notte, facilitata dalla possibilità di condivisione a distanza di tutte le informazioni glicemiche rilevate; LEA 2017 e scelta terapeutica: necessità delle regioni all’adeguamento ai LEA nazionali anche tenendo presente le sempre crescenti e marcate evidenze cliniche sul CGM ed i dati in real life che testimoniano questo; utilizzo di Dexcom G5 con patch pump per ricercare la massima compliance del paziente grazie ad una più semplice e discreta gestione dei due dispositivi. Nel secondo step, (da Venerdi Pomeriggio) le risultanze scientifiche saranno condivise e discusse con i rappresentanti le 47 Associazioni che afferiscono ad AGD ITALIA ONLUS.

fonte

DiGiacomo Trapani

CAMPUS DIABETE IN CROCIERA MSC

CAMPUS DIABETE IN CROCIERA MSC
Grazie alla collaborazione con ATDM – Federazione Regionale Associazioni Diabetici Marchigiani,abbiamo il piacere di presentarvi il primo Campus Nazionale sul Diabete organizzato a bordo di Msc Meraviglia.
20 – 27 Ottobre da Genova
21 – 28 Ottobre da Civitavecchia

Interverranno Equipe Mediche, Infermieri e Psicologi Specializzati e, per chi vorrà, si condivideranno esperienze e dubbi personali perchè, come dice il proverbio, “mal comune, mezzo gaudio”!

Crociera Ass. Diabetici Pesaro

 

Per tutti i dettagli contattate lo 045 8348032 oppure scrivendo a viaggi@expoturviaggi.com

DiGiacomo Trapani

Il cane aiuta l’uomo. Progetto Serena onlus

“Progetto Serena è nato alla fine del 2013. L’avventura è iniziata grazie a due cani appartenenti a persone non diabetiche: con loro abbiamo potuto sperimentare senza rischi innovative metodologie di addestramento per l’allerta di crisi ipo/iperglicemiche, e arrivare così a elaborare un Protocollo in grado di garantire la massima accuratezza e sicurezza ai binomi (cane-umano diabetico) che si sarebbero formati da quel momento in poi.
Grazie alla passione e all’impegno del nostro responsabile cinofilo Roberto Zampieri, ha così visto la luce il “Protocollo cani allerta nel diabete”, un metodo che rimane ad uso esclusivo di Progetto Serena Onlus”:

DiGiacomo Trapani

Gusto e Diabete ad Alcamo lezione di Diabete e show cooking

Gusto, Diabete e show cooking

Sara un momento formativo e divertente per parlare di Diabete e non solo. “Gusto e Diabete”. E’ questo il titolo dell’innovativa iniziativa organizzata ad Alcamo dal Kiwanis Club e dell’ADA (Associazione Diabetici Alcamese) per informare e sensibilizzare sul diabete e per imparare a conoscere tutti gli aspetti della prevenzione. La Prof.ssa Carla Giordano, è professore ordinario presso UOC di endocrinologia AOUPoliclinico “P.Giaccone” di Palermo presenterà gli aspetti irrinunciabili per una sana alimentazione della persona con Diabete evidenziando le criticità di questa patologia, il concetto di counting dei carboidrati sarà a cura della Dott.ssa Felicia Pantò, Dirigente medico presso UOC di endocrinologia AOUPoliclinico “P.Giaccone” di Palermo, l’intervento che riguarda la salute e chimica del cibo sarà curato da Dott. Gianfranco Pipitone, Biologo Nutrizionista di provata esperienza, il clou dell’evento, destinato alle famiglie e ai bambini in particolare, sarà a cura del Maestro di cucina Chef Gioacchino Trapani, docente presso la scuola di cucina “Città del gusto” del Gambero Rosso con sede a Palermo presso il Palazzo “Branciforti”. Il convegno, ed è questa la novità, non sarà imperniato soltanto sugli interventi degli esperti ma assisteremo ad un vero e proprio “ show cooking”. Solo per stimolare la fantasia e le papille gustative vi scriviamo i nomi delle 3 ricette che il nostro Chef  si diletterà a preparare. Un primo piatto: Busiati di tumminia al ferro con pesto di rucola, pistacchi e datterino conti. Un secondo: Fricassea di pollo e carciofi al curry su croccante di cavolo rosso. Un dolce: Crumble all’olio con crema al limone e mele alla cannella. La conferenza sarà introdotta dai presidenti delle Associazioni promotrici dell’iniziativa ed è patrocinata dalla Federazione Diabete Sicilia.

L’appuntamento è per domani pomeriggio, presso il Grand Hotel “La Batia” a partire dalle ore 18. Il maestro chef Gioacchino Trapani arricchirà la serata preparando pietanze con suggerimenti utili (ingredienti e dosaggi) a chi vive con il diabete e a chi vuole rispettare un’alimentazione sana equilibrata e gustosa .

Dopo l’evento saranno pubblicate le ricette! con i relativi video. by Giacomo Trapani

DiGiacomo Trapani

Giornata mondiale del Diabete #WDD #WDD2017

Eventi delle Associazioni FDS tante attività in tutta la sicilia in continuo Aggiornamento

Posted by FDS Federazione Diabete Sicilia on Montag, 6. November 2017

Dal 1997 l’ADA Associazione Diabetici Alcamese organizza in Piazza un momento di Screenig e di rilevazione dei dati della popolazione per capire quante persone con Diabete di tipo 2 ancora non sanno di esserlo. Ogni 100 test effettuati in media si rilevano 2/3 possibili casi di persone con diabete di tipo 2.

La nostra Associazione opera durante tutto l’anno per dare informazioni e aiuto ai Giovani Diabetici di tipo 1 oltre ad avere uno sportello di supporto attivo presso la nostra sede in via Girolamo Caruso n.18 ad Alcamo (TP).
Da 4 Anni l’ADA è socio fondatore della FDS Federazione Diabete Sicilia di cui Giacomo Trapani è presidente: “Il ruolo della nostra asssociazione è stato determinante nella costituzione e sopravvivenza di un organo cosi importante infatti la Federazione ha il ruolo di creare un dialogo attivo con le istituzioni, con la regione, le Asp ecc.
Uno dei primi successi che possiamovantare è di avere avuto riconosciuto il free stile libre dispositivo per il monitoraggio della glicemia flash che permette di controllare il glucosio interstiziale tantissime volte al giorno senza pungere il dito. Uno dei nostri primi successi ma speriamo possano essercene tanti altri” dichiara il Presidente FDS.
 
In Occasione della giornata mondiale del Diabete avremo presenti in piazza oltre alla nostra associazione la SID ( Sociaetà Italiana di diabetologia) rappresentata dalla Prof.ssa Carla Giordano primario del reparto di Malattie Endocrine, del Ricambio e della Nutrizione presso il Policlinico universitario Paolo Giaccone di Palermo
Importante anche la partecipazione di Osdi Associazione che rappresenta gli infermieri in Diabetologia con la nostra cara Amica Tripo Maria Pia, nonchè Presidente della sezione Regionale OSDI.
Tutti i soci e volontari dell’ADA saranno Domani in piazza e  oltre allo screenig glicemico, si effettuaranno test del colesterolo e trigliceridi, consigli sulla Dieta a cura del Dott. Gianfranco Pipitone, particolare attenzione sarà data alla prevenzione del Piede Diabetic,  la dott.ssa Liboria Adamo effettuerà valutazioni  e darà consigli riguardo a questa complicanza del diabete. La supervisone e il coordinamento della giornata Alcamese quest’anno è stata curata dalla nostra Vicepresidente Franca Maltese.
Sarà attivato inoltre un ponte Radio dal quale si parlerà di Diabete ai radioamatori di tutto il mondo.
 
Diabete non è tristezza troverete il laboratorio ADA con i ragazzi della nostra associazione che durante l’anno hanno realizzato attività di fumettistica con la nostra volontaria Giusi Barbara e la Frappe Animazione che da anni ci da sempre una mano. Da non dimenticare il supporto logistico e l’aiuto dei volontari della CRI Croce Rossa Italiana al nostro fianco durante questa manifestazione.
Vi aspettiamo DOMANI mattina in piazza Ciullo non Mancate
DiGiacomo Trapani

Giornata Mondiale del Diabete ad ALCAMO 12 Novembre Piazza Ciullo

 

Istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Giornata Mondiale del Diabete una occasione per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sul diabete la sua prevenzione e gestione.

La Giornata cade il 14 novembre di ogni anno.

La Giornata Mondiale del Diabete è la più grande manifestazione del Volontariato in campo sanitario. In più di 500 città e cittadine d’Italia si svolgono centinaia di eventi organizzati da Associazioni di persone con diabete, Medici, infermieri, altri professionisti sanitari e persone di altre organizzazioni (Croce Rossa, Alpini, Misericordia, etc.). Tutti prestano il loro impegno come Volontari. La Giornata Mondiale del Diabete è una delle poche nel suo campo a non sollecitare contributi ma anzi a offrire gratuitamente servizi.

Durante la giornata del diabete nelle centinaia di gazebo e banchetti organizzati in tutta Italia dai Volontari sarà possibile valutare il rischio di sviluppare il diabete nei prossimi anni riempiendo un semplice questionario e ricevere depliant e materiale informativo dedicati alla prevenzione e alla corretta gestione del diabete. In oltre città si organizzami anche  conferenze, eventi che invitano all’esercizio fisico e perfino serate teatrali.

Chi la organizza?

L’ ADA Associazione diabetici Alcamese sed FAND e socio Fondatore dell Federazione Diabete Sicilia organizza in collaborazione con SID, DIABETE E RICERCA, OSDI , CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DI ALCAMO in piazza Ciullo una una iziativa che ormai è radicata nel territorio Alcamese. Una mattinata dedicata alla salute, molti medici, infermieri e volontari del territrio saranno presenti per fornire a tutti informazioni ed effetturare gli screening.

Vi Aspettiamo per capire insieme cosa è il Diabete, per  saperlo gestire, per conviverci con serenità!

PROGRAMMA

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: